Il mondo dei colori nella consulenza d’immagine

I colori sono un elemento chiave da considerare all’interno della consulenza d’immagine e risulta fondamentale capire quali tonalità sono nostre alleate e quali invece non sono tali. Istintivamente possiamo comprendere l’accezione di questa distinzione: i colori amici sono quelli da inserire in ogni nostro outfit, mentre le tinte nemiche sono assolutamente da evitare.

stella-rampollo-cari-moda-fashion-boutique-abbigliamento-consulenza-immagine-mede-pavia-milano-colori-stagioni-2

Le potenzialità dei colori nella consulenza d’immagine

I colori sono un qualcosa che diamo per scontato e raramente ci soffermiamo a comprendere realmente quali potenzialità offrono al nostro aspetto sia in senso positivo, che in senso negativo. La scelta di una palette di colori adatta a noi, può renderci più luminose e magari ringiovanirci. Risulta altrettanto vero che una tonalità inadeguata può rivelarsi estremamente controproducente, in pratica un autogoal per la nostra bellezza. Ecco dove i suggerimenti della consulenza d’immagine possono essere preziosi.

D’altronde mi è capitato di frequente, credo sia un’esperienza comune anche a voi, di notare che basta indossare alcuni colori per apparire più belle, luminose e solari; in contrasto alcuni capi ci fanno apparire più stanche e grigie andando a marcare inestetismi come le linee di espressione, mettendo in risalto le occhiaie. I colori sono dotati di questo potere. Bisogna pensarli come un’arma a doppio taglio: vi possono far passare dall’essere destinatarie di complimenti a passare inosservate o, peggio, apparire non al top a causa di un abbinamento sbagliato.

Attraverso la consulenza d’immagine, una volta scoperti i vostri colori, vi sentirete come quando uscite dal parrucchiere, quel momento in cui vi piacete e vedete la vostra bellezza contemplata negli occhi di chi vi guarda. Una sensazione che non ha prezzo.

stella-rampollo-cari-moda-fashion-boutique-abbigliamento-consulenza-immagine-mede-pavia-milano-colori-stagioni-3

La stagionalità dei colori nella consulenza d’immagine

Nell’ambito della consulenza d’immagine i colori vengono catalogati in base alle stagioni: inverno, primavera, estate ed autunno. La teoria delle quattro stagioni non ha nulla a che fare con il mese in cui siete nate e i raggruppamenti servono a suddividere le tonalità in base alla loro natura.

Alla palette dell’inverno afferiscono i brillanti profondi e gli intensi freddi:

  • nero
  • bianco
  • bluette
  • bordeaux
  • fucsia
  • verde pino
  • viola
  • grigio scuro
  • grigio medio
  • rosso carminio
  • rosso magenta
  • giallo limone

Alle tonalità della palette estate si ascrivono i soft chiari freddi:

  • sabbia
  • grigio chiaro
  • colori pastello
  • colori annacquati: verde acqua, azzurro acqua marina
  • blue jeans
  • blue medio
  • blue navy
  • lavanda
  • lilla
  • verde tiffany

La primavera ci porta ai caldi brillanti chiari:

  • rosa pesca
  • color melone
  • rosso fragola
  • verde prato
  • rosso corallo
  • rosa corallo
  • oro chiaro brillante
  • color miele

L’autunno arriva con i colori caldi soft intensi e profondi:

  • varietà di marrone: ruggine, mogano, brandy
  • color mostarda
  • color zucca
  • varietà di verde: giada, muschio, oliva

Come avrete notato c’è un grande assente nelle ultime palette ossia quel colore “che sta bene con tutto”: il nero. Spesso avviene che su molte donne svilisce la bellezza e non le valorizza affatto. Quindi attenzione al giudicare un colore comodo quando in realtà non vi fa comodo, anzi tutt’altro.

stella-rampollo-cari-moda-fashion-boutique-abbigliamento-consulenza-immagine-mede-pavia-milano-colori-stagioni-4

L’analisi del colore nella consulenza d’immagine

Durante la consulenza d’immagine uno step fondamentale è rappresentato dall’analisi del colore che stabilisce a quale delle categorie e stagioni appartieni. La tecnica da me impiegata è quella del draping, in cui accosto dei teli colorati al viso per verificarne l’effetto complessivo. L’errore più comune che riscontro, anche perchè è una tendenza naturale, è il propendere verso un colore che ci piace senza tenere in considerazione se veste bene su di noi.

Il primo passo quindi è stabilire il sottotono che è esclusivamente su misura, ad esempio se risulta che ti donano le tonalità fredde puoi rientrare nella stagione dell’inverno o nell’estate, viceversa se i colori caldi sono quelli che ti fanno spiccare, andremo a scegliere dalle palette autunno e primavera. Se volete fare un test osservate le vene dell’avambraccio: qualora fossero bluastre indicano un sottotono freddo, se fossero verdeggianti invece caldo. Allo stesso modo le labbra e le orecchie che, se tendenti a una gradazione rosata e violacea, sono decisamente fredde; quelle color pesca giallastra sono calde. Anche il colore del derma è indicativo dove la pelle rosa e olivastra appartiene al sottotono freddo, quella ambrata al caldo.

Un’altra prova da eseguire è di scattarti una foto con luce naturale, senza trucco e nascondendo i capelli (se tinti) con addosso un telo bianco e poi uno beige. Guardandole con attenzione con quale telo vi vedete più belle? Se la risposta è con il bianco, avete un sottotono freddo. Se la risposta è con il beige, avete un sottotono caldo.

Attenzione a non confondere correlando il chiaro e lo scuro rispettivamente con il caldo e il freddo, in quanto non è detto che una mora sia calda e una bionda fredda. Facciamo due nomi celebri: Monica Bellucci è fredda inverno e Cameron Diaz è calda primavera. Scovare quindi la palette alleata di colori è un punto fermo nella consulenza d’immagine per decidere poi abbigliamento, accessory e beauty.

stella-rampollo-cari-moda-fashion-boutique-abbigliamento-consulenza-immagine-mede-pavia-milano-colori-stagioni-5

I colori degli accessori nella consulenza d’immagine

Spesso si associa la consulenza d’immagine esclusivamente all’abbigliamento, tuttavia il concetto è limitante: cosa diresti infatti se ti dicessi che anche la scelta degli accessori viene considerata nella definizione della palette?

Non bisogna infatti pensare solo a borse e a scarpe, rifletti su un accessorio che sta proprio sul tuo viso, ossia gli occhiali. Bene hai idea di che impatto negativo avrebbero se scegliessi la montatura del colore sbagliato? Inoltre, sempre in maniera comprensiva, occorre riflettere anche su trucco e parrucco: una seduta dal parrucchiere può rivelarsi traumatica se il colore della tinta nuova ci rende brutte.

La consapevolezza della nostra palette ci rende uniche e irripetibili lasciando trasparire tutto il nostro fascino e la bellezza. Il make up deve avere come fine ultimo la valorizzazione del nostro incarnato naturale e del colore degli occhi enfatizzando in modo positivo la forma del viso.

Se vuoi saperne di più su come trattare tutti i dettagli estetici del volto visita la pagina: Consulenza d’immagine: Analisi del Viso.