A OGNI DOMANDA LA SUA… CONSULENZA

Cambio di stagione, un’occasione per fare pulizia…

Se solo smettesse di piovere! Persino Fra Indovino non si raccapezza più! Nella speranza che da un giorno all’altro il tempo cambi e ci si ritrovi catapultati in piena primavera, cominciamo a prepararci a temperature decisamente più miti. Il “cambio dell’armadio” può essere un’ottima occasione per fare pulizia e farci qualche domanda. In che fase della mia vita sono? Quali sono i miei obbiettivi, i miei progetti? Il mio stile di vita è cambiato? Vorrei che lo fosse? Sono la stessa di un anno fa? Di due, di dieci? Ha senso tenere accatastati nell’armadio abiti a cui magari siamo affezionate ma che occupano spazio, creano confusione e soprattutto non ci “appartengono” più?

Un guardaroba zeppo di capi e vuoto di idee…

Aprire un guardaroba zeppo di capi ma vuoto di “idee” non è mai piacevole, mette ansia e ci rimanda un’immagine di noi stesse inadeguata e non all’altezza delle nostre aspettative. A qualche domanda dobbiamo dare una risposta perché partire con le idee chiare è il primo passo per mettere ordine nelle nostre vite e nei nostri armadi.

Anna lo sa bene, fa tesoro dei consigli, è sensibile e attenta. Quando mi chiama per una consulenza sul guardaroba, gran parte del lavoro l’ha già fatto lei basandosi su ciò che ci siamo dette nel corso delle nostre chiacchierate. A volte, però, ciò che può fare la differenza è proprio una consulenza mirata e un occhio esterno che ci guarda e ci vede in modo “obbiettivo”. Quando ci guardiamo allo specchio (capita a tutte noi!), il nostro sguardo è “implacabile”, ci troviamo difetti che nessuno, a parte ovviamente noi, noterebbe e, spesso, non notiamo i nostri punti di forza.

L’importanza della consulenza

Anna mi invia delle immagini dove indossa due abiti che le girano nell’armadio da un po’, non ha il coraggio di buttarli perché le vanno ancora bene e sono ancora in ottimo stato, ma non riesce più ad indossarli perché negli anni lei è cambiata e non la rappresentano più. In questo caso la parola d’ordine è BUTTARE! Sbarazzatevi di tutto quello che non sentite più “vostro”, di ciò che non vi rende felici, di ciò che, una volta indossato, non vi strappa un sorriso compiaciuto davanti allo specchio. Quello che indossiamo deve darci carica, deve farci sentire a nostro agio, rappresentarci e, soprattutto, permetterci di affrontare con positività le nostre frenetiche giornate…. anche se fuori piove!

Il discorso cambia con il giubbotto con le frange color cuoio, Anna è affezionata a questo giubbotto, le ricorda momenti belli, ma non sa come “utilizzarlo” rendendolo divertente ed attuale. Anche in questo caso la consulenza può fare la differenza e venire in aiuto. Le frange e il cuoio sono ancora un must di questa stagione, il gioco sta nell’abbinarli in modo originale e trendy. Frange sì ma con pantaloni di pailettes o con tessuti brillantosi. Ecco che il giubbotto vintage ritorna attualissimo e trova la sua collocazione nel guardaroba primaverile di Anna.

Less is more

 

 

 

 

 

 

 

 

“Less is more”, questa frase di Mies van der Rohe, uno dei più grandi architetti e designer del ‘900, è stata ripresa e riproposta in mille modi diversi, ma è geniale. Quasi mai il “molto” o il “troppo” ci semplificano la vita, assolutamente MAI il guardaroba! Un guardaroba meno pieno, ma ordinato e ragionato sarà sotto ogni punto di vista un guardaroba più “ricco”.