STORIA DEI PANTALONI

Storia dei pantaloni …

ovvero breve storia di un PREGIUDIZIO.

I pantaloni sono nati circa duemila anni fa grazie ai nomadi delle steppe euroasiatiche che vivendo gran parte della loro vita a cavallo necessitavano di indumenti dai gambali robusti  che venivano indossati indifferentemente da uomini e donne .

Non è chiaro del  perchè  le antiche società occidentali  (a differenza di quelle orientali ) considerassero intollerabile  l’uso dei pantaloni da parte della donna.

Pare che Giovanna d’Arco già in carcere si ostinasse ad indossare abiti maschili (pantaloni appunto)   e questo non fece che accelerare e giustificare maggiormente la sua condanna al rogo.

La storia racconta di come Caterina De Medici (appassionata di cavalli) fu una delle prime donne ad indossare i pantaloncini (braghesse) sotto alle gonne durante le sue cavalcate.

Durante il 1800 parecchie furono le donne coraggiose tra le più famose George Sand.

La parte che più mi appassiona della storia è quella più recente che parte dal contributo di donne come Marlene Dietrich o Katharine Hepburn  che attraverso la loro immagine contribuirono alla diffusione del pantalone.

Grazie a loro molte donne iniziarono ad indossarlo con molta più disinvoltura specie nel tempo libero.

Gli anni 60 e 70 e la diffusione del jeans spianarono la strada del pantalone fino ai giorni nostri , tanto che nei nostri armadi (NEL MIO DI SICURO) ci sono più pantaloni che qualunque altro indumento.

marlene3-1audrey-hepburn-sabrina-1954-1

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *